Come bagnare il prato

 

come bagnare il prato

In questo articolo scopriamo insieme come bagnare il prato nelle varie stagioni.

L’acqua è indispensabile , purtroppo non esiste alcuna possibilità di mantenere un buon prato in carenza o in sua assenza, ma questo sicuramente lo sapevate anche voi yes .

Ok, voi mi chiederete quanta acqua dobbiamo dare? quando dobbiamo bagnare?

Seguitemi nella lettura e risponderò a tutte le domande!

Per prima cosa, cerchiamo di capire la tipologia del terreno del nostro prato, questo sarà utile nel proseguo della lettura.

Fate mente locale e cercate di ricordarvi un particolare, dopo un bel temporale primaverile, il prato si asciuga velocemente oppure rimane zuppo, anche per una settimana?

Nel caso che si asciughi velocemente si avrà a che fare con una tipologia di terreno sabbioso, o comunque con una granulometria drenante.

Nel secondo caso, cioè se asciuga lentamente, si avrà a che fare con un terreno limoso-argilloso. 

Un altro fattore, importante da sapere è la famiglia del prato, cioè se è un prato che utilizza varietà microterme oppure varietà macroterme.

Boooh direte voi.

Le microterme, sono utilizzate nella maggior parte delle zone temperate con clima continentale, sono quelle utilizzate nella maggioranza dei prati .

Un prato di microterme si riconosce principalmente per il suo comportamento in Agosto e Febbraio.

In Agosto si avrà un rallentamento nella crescita e un leggero ingiallimento, a Febbraio il prato sicuramente non crescerà e probabilmente avrà un colore con tonalità verdi e gialline. 

Le macroterme, sono invece utilizzate nelle zone con Inverni miti ( con temperature che difficilmente scendono sotto lo zero ) ed Estati molto caldi ( 40° – 45° ).

Il prato di macroterme ad Agosto sarà nel suo massimo splendore essendo il periodo di massimo sviluppo, al contrario in Inverno sarà completamente giallo.

Come avrete intuito, le due tipologie sono utilizzate a seconda del clima in cui si trova il giardino.

Scopri i nostri servizi qua

La bagnatura del prato, può avvenire manualmente o utilizzando un sistema irriguo automatico.

Bagnando manualmente si dovrà fare attenzione all’uniformità, si dovrà cioè cercare di irrigare fornendo la stessa quantità d’acqua su tutta la superficie, non lasciando zone poco bagnate e zone al contrario zuppe sorry .

Può essere di aiuto utilizzare delle buone lance che adottino ugelli per ricreare l’effetto pioggia.

In questo link potete visionare alcune tipologie di lance  per irrigazione.

Può essere anche consigliabile una doppia passata, cioè una prima bagnatura in senso verticale e una seconda in senso orizzontale, fate attenzione però alle quantità.

Bene ora possiamo rispondere alle precedenti domande.

Come Bagnare il prato – Inverno

In Inverno, si può pensare che il nostro prato non abbia necessità di essere bagnato, questo è vero ma ci sono delle eccezioni. In questa stagione può capitare anche lunghi periodi senza pioggia e con ripetute giornate ventose.

Ed ecco, che si dovrà eseguire bagnature di soccorso cioè si dovrà bagnare per non far soffrire troppo il nostro prato, sopratutto se di recente  semina o posa ( Settembre dell’anno prima ) e ospitato in un terreno sabbioso.

In Inverno, quando necessario è meglio bagnare nelle ore più calde.

Nel video sottostante  si può vedere i danni da siccità in Inverno.

Primavera

La Primavera è il momento del risveglio del nostro prato, e corrisponde anche alla ripresa dei lavori di manutenzione.

Sicuramente tutti voi, effettuerete la concimazione  ed ecco che viene importante bagnare subito dopo, in modo da sciogliere meglio il concime.

In questa stagione, non vi è un programma prestabilito di irrigazione, si dovrà procedere con bagnature di soccorso a seconda anche dell’andamento climatico.

Come possiamo sapere quando è il momento di bagnare anche per soccorso?

Usando un trucco molto utile, toccando e premendo con un polpastrello la superficie del terreno, ci si renderà conto subito: se il dito è asciutto forse è meglio dare una bagnata.

Se invece è umido possiamo aspettare qualche giorno o le prossime piogge laugh

Ovviamente ci sono anche metodi più moderni, ad esempio per chi ha a disposizione un impianto irriguo automatico, può integrarlo con i sensori di umidità interrati che andranno ad aprire l’impianto, quando necessario.

Nella tarda Primavera, con l’alzarsi delle temperature, si dovrà bagnare sempre più frequentemente.

In questa stagione è consigliato bagnare nella prima mattinata intorno alle 9.

Come bagnare il prato – Estate

Vediamo ora come bagnare il prato in Estate.

Prato Microterma

Il prato di microterme in estate ha bisogno di bagnature costanti e frequenti è il periodo in cui si irriga maggiormente.

In terreni sabbiosi, si dovrà bagnare praticamente tutti i giorni, il prato mediamente ha bisogno di 5 litri per metro quadrato, è preferibile bagnare a mattina presto, mai la sera per ostacolare le malattie che colpiscono la nostra erba.

In terreni argillo-limosi, le bagnature saranno più diradate , si interverrà mediamente quattro volte a settimana sempre in prima mattinata.

Naturalmente sono indicazioni generali, che possono variare in base alle temperature e dal grado dei componenti del terreno.

Prato Macroterma

Nel prato di macroterme, si dovrà prestare attenzione nel mese di Agosto, in questo periodo il nostro prato è nel suo massimo sviluppo,in cui ha bisogno maggiormente di bagnature, sono buone le indicazioni già descritte per il prato di microterme.

Autunno

In Autunno, si potrà procedere con le stesse modalità descritte per l’Inverno e per l’inizio della Primavera essendo appunto l’Autunno una stagione transitoria.

Grazie per la lettura, spero di esservi stato utile.

Al prossimo articolo good 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *