Prato a rotoli

 

prato a rotoli

Il prato a rotoli, viene utilizzato quando si vuole ottenere un pronto effetto.

Si tratta di un prato precoltivato, generalmente di almeno un anno, tempo necessario per ottenere compattezza e uniformità.

Esistono varie tipologie, che differiscono per il “miscuglio”, ovvero per le specie di erba utilizzate.

Il miscuglio va scelto molto attentamente, bisogna valutare la tipologia di terreno in cui verrà posato, un altro elemento importante e  l’esposizione.

Ad esempio la festuca è la specie che meglio si adatta alla penombra.

Da tener presente comunque che è sempre un adattamento marginale, poichè al di sotto di una certa disponibilità di lux, la fotosintesi non avviene in modo ottimale.

Ciò comporta il raggiungimento di uno stadio di degrado che nel caso della festuca, avviene più tardi.

Prato a rotoli- Preparazione terreno

Il terreno deve essere preparato in modo accurato, vediamo come.

La prima operazione è la rimozione delle infestanti, che può avvenire meccanicamente con l’aiuto ad esempio di una zappa ( scerbatura ) o chimicamente con il diserbo totale.

Quindi si dovrà, dissodare il terreno, l’ottimale sarebbe di smuovere i primi quindici- venti centimetri.

Si prosegue quindi con la preparazione delle pendenze e dei livelli, in modo da scongiurare possibili ristagni idrici, dovuti all’eventuale presenza di buchi o dislivelli.

Nell’eventualità di terreni compatti e poco drenanti è consigliato anche l’apporto di sabbia silicea, le quantità variano a seconda delle caratteristiche del terreno.

La sabbia inoltre, favorisce l’attecchimento e lo sviluppo delle radici, nonchè un ‘adeguato drenaggio, per questi motivi, sarebbe comunque consigliato l’apporto a prescindere, della tipologia del terreno.

I casi più estremi di cattiva permeabilità, si possono risolvere con la messa in opera di un impianto drenante interrato.

Scopri i nostri servizi di giardinaggio

Prima della posa dei rotoli, è consigliata una rullatura, l’apporto di un concime “starter” ovvero con un titolo alto di fosforo ed infine si procederà con una bagnatura.

Vuoi un esempio di concime starter? guarda qua 

Prato a rotoli- Messa in opera

 

La stesura dei rotoli, deve avvenire nel più breve tempo possibile l’ideale sarebbe entro due giorni dal taglio.

Un posizionamento sfalsato aiuterà l’attecchimento.

prato 1

Si dovrà accostare bene i rotoli cercando di eleminare, eventuali spazi tra i vari elementi.

Nel periodo successivo alla posa bisogna garantire un corretto apporto idrico.

Dopo circa dieci – quindici giorni il prato sarà pronto per la prima rasatura.

In seguito al primo taglio, si proseguirà con la manutenzione che dovrà essere accurata in modo da mantenere l’estetica e la sanità del prato al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *